“SPRINT”, a Bologna 3 giorni di sport popolare resistente e intersezionale

Chi non ha mai sentito pronunciare la parola “sprint” dal proprio allenatore? Letteralmente significa “scatto”: movimento rapido e improvviso. Nel suo senso figurato indica capacità di decisione e tenacia nel raggiungere un obiettivo. A Bologna, la parola è diventata l’acronimo di Sport Popolare Resistente e Intersezionale: un festival che si terrà da venerdì 24 a domenica 26 maggio nella palestra “Gino Milli” in via Gandusio, 6. Una tre giorni di allenamenti, concerti, assemblee, tornei e incontri di Muay Thai organizzate dalle associazioni “Il Grinta” e “Leib – Il corpo che resiste”.

«Qualche anno fa abbiamo iniziato a interrogarci sulle nostre pratiche sportive. Così abbiamo dato il via a una co-ricerca, intervistando circa trentacinque persone tra militanti della palestra e altre realtà per riflettere sullo sport popolare il festival Sprint è una tappa della ricerca, che non deve essere intesa in senso accademico ma piuttosto come confronto su quelle che sono le nostre pratiche», ha dichiarato l’associazione Leib. Sport popolare e riflessione sullo sport popolare perché, secondo gli organizzatori, è necessario porsi continuamente delle domande e lo sport non è uno spazio politicamente neutro ma, al contrario, si fa portatore di messaggi politici. «Lo dimostrano le ultime Olimpiadi di Rio ma anche il fatto che lo sport è un dispositivo ambiguo che produce, per esempio, la competizione. Una performance neoliberale richiesta dalla società», ha affermato l’associazione Leib.

Domani alle 20,30 ci sarà la presentazione di “SPRINT” al festival “Olé – Oltre l’editoria” al centro sociale Xm24 di via Fioravanti. Sabato, invece, l’inizio delle attività: dalle 10,00 sarà possibile partecipare al torneo di rugby (organizzato dai Cinghiali del Setta), di pallavolo e di basket. La Palestra Gino Milli ospiterà anche il Torneo Dimondi, che anticiperà l’ultima giornata di Bosco Albergati, in provincia di Modena, dove il torneo cittadino dello sport popolare incrocerà le prime tre giornate dei Mondiali Antirazzisti. Poi, nel pomeriggio di sabato ci saranno dei tavoli tematici, alle 15,30 toccherà al Muay Thai Uisp e, dopo cena, il concerto dei Les Touches Louches al Vag61 in via Paolo Fabbri. Domenica le attività si concluderanno con un’assemblea plenaria e con l’allenamento collettivo a cura di Bolognina Boxe.

Condividi