Cinese con 300 pillole della “pillola della fame” considerata droga, denunciato per traffico internazionale di sostanze stupefacenti

È stato trovato mentre tornava in aereo dall’Ungheria con addosso 300 pillole di Amfepramone, una sostanza stupefacente conosciuta come “pillola della fame” in quanto è un soppressore dell’appetito. Un cinese, residente a Prato, è stato denunciato in stato di libertà per il reato di traffico internazionale di sostanze stupefacenti dalla Guardia di Finanza e i funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli in servizio presso l’Aeroporto G. Marconi di Bologna. Gli effetti dell’ Amfepramone sono simili a quelle dell’amfetamina, con effetti collaterali quali tachicardia, insonnia e psicosi.  Le 300 pillole sono state sequestrate.

Condividi