Assunta nel giorno del parto, il sindaco Merola vuole premiare l’azienda

Per aver assunto una donna dopo un colloquio avvenuto a quindici giorni dal parto «proponiamo all’azienda di prodotti alimentari Montenegro di Zola Predosa di entrare “di diritto” nella sezione Gender Label dell’Albo metropolitano delle aziende responsabili». Ha annunciato così il sindaco della Città metropolitana di Bologna, Virginio Merola, in apertura del Consiglio metropolitano di oggi pomeriggio, la candidatura del Gruppo Montenegro a un riconoscimento che, dal 2019, sarà attribuito dalla Città metropolitana di Bologna «alle imprese che dimostreranno di avere attuato azioni che, in relazione alle politiche di parità di genere e alla conciliazione dei tempi di vita e lavoro, siano innovative o simboliche».

Il Gruppo Montenegro di Zola Predosa il 22 ottobre scorso ha assunto una donna con il giorno stesso del parto. «L’azienda ha così dimostrato di saper riconoscere le capacità e le competenze delle lavoratrici e dei lavoratori al di là della situazione contingente e dei pregiudizi di genere», ha dichiarato Merola.

Il riconoscimento distinguerà le grandi aziende dalle piccole/medie imprese che non hanno gli stessi strumenti e la stessa ampiezza di azione delle grandi. Proprio quelle più piccole, secondo il sindaco, devono essere supportate, accompagnate e riconosciute in maniera differenziata dal sistema degli enti pubblici territoriali e da tutta la comunità metropolitana.

Condividi